L.A.P.E.T.   Libera Associazione TributaristiStudio consulenza tributaria Alberto Intina
             
 

 

 
Inps - Gestione Separata aliquote contributive 2013/2014

 


 

Le aliquote contributive previdenziale dovuta per gli iscritti alla Gestione separata INPS ex L. 8.8.95 n. 335 partire dal 1 gennaio 2013.


In relazione ai soggetti
iscritti solo alla Gestione separata INPS e non pensionati, l’aliquota contributiva previdenziale (di finanziamento e di computo) aumenta:

  • al 27,72%;

  • con effetto dall’1.1.2013.

 

In relazione ai soggetti iscritti anche ad un’altra Gestione previdenziale obbligatoria o pensionati, l’aliquota contributiva previdenziale (di finanziamento e di computo) aumenta:

  • dal 18% al 20%;
  • con effetto dall’1.1.2013.

Con riferimento alla categoria dei soggetti iscritti solo alla Gestione separata e non pensionati, occorre inoltre tenere presente che:

  • resta fermo l’obbligo di versare un contributo aggiuntivo, finalizzato al finanziamento delle prestazioni economiche temporanee erogate dall’INPS, ove ne ricorrano i presupposti, a titolo assistenziale (indennitÓ di maternitÓ/paternitÓ, trattamento economico per congedo parentale, indennitÓ giornaliera di malattia, indennitÓ di malattia per degenza ospedaliera, assegno per il nucleo familiare);
  • l’aliquota contributiva assistenziale ammonta, a decorrere dal 7.11.2007, allo 0,72%.


L’aumento contributivo dell’1% disposto dalla L. 183/2011 decorre dall’1.1.2012, quindi in relazione ai compensi corrisposti da tale data, anche se riferiti ad anni precedenti.

 

TABELLA DELLE NUOVE ALIQUOTE 2013 GESTIONE SEPARATA INPS

 

NON ISCRITTI AD UN’ALTRA
GESTIONE PREVIDENZIALE
OBBLIGATORIA N╚ PENSIONATI

ISCRITTI AD UN’ALTRA GESTIONE
PREVIDENZIALE OBBLIGATORIA
O PENSIONATI

Aliquote previdenziali

27%,     fino al  massimale

20%,fino al  massimale

Contributo assistenziale

0,72%,   fino al  massimale

NO

Contribuzione totale

27,72%, fino  al massimale

20%, fino al massimale



Nei confronti dei lavoratori a progetto, dei collaboratori coordinati e continuativi, dei venditori a domicilio e dei lavoratori autonomi occasionali, i contributi dovuti sono ripartiti:

  • per 1/3, a carico del lavoratore;

  • per i restanti 2/3, a carico del committente.

 

 

Pertanto, dal 2012 la situazione diventa quella riepilogata nella seguente tabella.

 

 

NON ISCRITTI AD UN’ALTRA
GESTIONE PREVIDENZIALE
OBBLIGATORIA N╚ PENSIONATI

ISCRITTI AD UN’ALTRA GESTIONE
PREVIDENZIALE OBBLIGATORIA
O PENSIONATI

Contribuzione totale

27,72%

20%

Di cui a carico
del lavoratore

27,72%

6,67%

Di cui a carico
del committente

18,48%

13,34%

 

 

 

 

Gestione separata inps per gli associati in partecipazione


Nei confronti degli associati in partecipazione che apportano solo lavoro, l’onere contributivo Ŕ ripartito:

  • per il 45%, a carico dell’associato;
  • per il restante 55%, a carico dell’associante.

 

 

Pertanto, dal 2012 la situazione diventa quella riepilogata nella seguente tabella.

 

 

 

NON ISCRITTI AD UN’ALTRA
GESTIONE PREVIDENZIALE
OBBLIGATORIA N╚ PENSIONATI

ISCRITTI AD UN’ALTRA GESTIONE
PREVIDENZIALE OBBLIGATORIA
O PENSIONATI

Contribuzione totale

27,72%

20%

Di cui a carico
dell’associato

12,474%

9,00%

Di cui a carico
dell’associante

15,246%

11,00%

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Pagina aggiornata il 08/08/2014     Copyright 2014 - Studio Alberto Intina